“Fotoricordo” e il richiamo della nostalgia targato Gemelli DiVersi

Artista: Gemelli DiVersi

Album: Reality Show

Data di uscita: 2004

Genere: Musica pop

Nel corso del nostro ultimo podcast (che potrete riascoltare qui) tra un commento e l’altro, abbiamo parlato dell’ultima giornata di campionato, giornata atipica perché giocata in un unico giorno (era la vigilia di Pasqua). Vedendo questa giornata così atipica per il calcio italiano, è partito un momento nostalgico, di quel calcio che non c’è più, che si consuma in poche ore e di un periodo mai così lontano da quello attuale (visto anche il perdurare di questa pandemia).

Nella canzone italiana la nostalgia è stata raccontata in tanti modi, in tante versioni (“Nostalgia canaglia” “Montagne Verdi” o “I giardini di marzo” tanto per citare tre brani iconici della storia musicale italiana) e da tanti grandi artisti. La canzone scelta è un colpo al cuore e un tuffo nel passato, dove le cartoline e le foto sono protagoniste di questo racconto. L’anno era il 2004 e i Gemelli DiVersi (allora sulla cresta dell’onda e già fuori con brani come “Un attimo ancora” o “Musica”), tirarono fuori un pezzo amarcord e struggente al punto giusto. Il brano scelto è quindi “Fotoricordo“, terzo singolo estratto dall’album Reality Show. Partendo con le foto in bianco e nero alle foto da bambino fino ad arrivare alla comunione “Ricordo sai era la mia prima comunione/Un caldo infernale un pranzo con poche persone”, dal ricordo di un amore al ricordo di amici e comitive che con il passare degli anni si sono persi, ma che rimangono attraverso le foto e i ricordi. L’esaltazione della nostalgia attraverso l’elemento nostalgico per eccellenza, una riflessione sulla vita e sul tempo che scorre. Fermare il tempo per un secondo e rivivere momenti felici del passato “So che voglio vivere fermando il tempo e guardarlo in un fotoricordo“.

Guarda questa è l’Arena ero a vedere Vasco/La metto sul comodino accompagnerà questo mio testo” sperando di rivedere i concerti dal vivo il prima possibile e non rimanere legati solo al ricordo di una foto sul comodino.

E allora eccomi qui
E adesso resto per un po’ da solo
Meglio così io per il mondo oggi non ci sono e voglio restare
Con me stesso a pensare se solo adesso mi fermo ancora mi sembra di sognare
Una foto coi miei attrae il mio sguardo in quello scatolone
Ricordo sai era la mia prima comunione
Un caldo infernale un pranzo con poche persone
Quel vestito nuovo rotto poi giocando a pallone
E ancora eccole qui tra mille foto impolverate
Vedo così le mie emozioni immortalate
Troppi ricordi momenti incancellabili mentre una lacrima disegna un solco
Tra i miei brividi guarda mio padre coi baffi siamo nei settanta
Quel pancione mia madre lo porta assai contenta
Le foto alle elementari in bianco e nero e a colori
Guarda questa non ci credo a me lo sai sembra ieri e

Cerco su ogni volto, un ricordo, oh
E sembra che il tempo non sia mai trascorso
E un brivido chiude lo stomaco rimango incredulo e so
Che le emozioni non muoiono mai

Vedo gente con noi persa lungo questo mio cammino
Giuro che mai avrei riconosciuto quel bambino
E che cambiamenti tra gli amici e parenti
Con le mie pettinature quando stavo sui venti
Mi fermo un attimo qui o meglio mi si ferma il cuore
Quando a un tratto così ritrovo il primo grande amore
Resto senza parole lo sai che eri bellissima
Guardando dietro c’è un cuore due frecce ed una dedica
“Staremo insieme per sempre tu sei la mia vita”
E un sorriso innocente per poi com’è andata troppo distanti ma troppo simili
Sono i tuoi occhi a suggerirmelo qui non hai alibi
Ritrovo serenità quando rivivo quei momenti
In tutta sincerità anni rivisti in pochi istanti
Guarda questa è l’Arena ero a vedere Vasco
La metto sul comodino accompagnerà questo mio testo e

Cerco su ogni volto, un ricordo, oh
E sembra che il tempo non sia mai trascorso
E un brivido chiude lo stomaco rimango incredulo e so
Che le emozioni non muoiono mai

E non so se sorridere
Io non so cosa può succedere
So che voglio vivere fermando il tempo e guardarlo in un fotoricordo

E in sottofondo mettere buona musica
Questa la voglio me la stacco dalla pagina
È la più vecchia c’è tutta la comitiva
Sembra persino che anche il sole sorrida
Quanto sembriamo diversi, sempre gli stessi, alcuni si sono persi ma
Noi ci siamo ancora e allora scatta subito
Così per sempre avremo accanto il nostro pubblico

Cerco su ogni volto, un ricordo, oh
E sembra che il tempo non sia mai trascorso
E un brivido chiude lo stomaco rimango incredulo e so
Che le emozioni non muoiono mai

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...